La Scelta di Essere

Il libro

Il mio libro La scelta di essere. Strumenti per ritrovare il cammino verso noi stessi si colloca nella direzione di riprendere quella comunicazione interrotta o claudicante, con la nostra Natura umana, con la verità che abita in noi stessi, recuperando la conoscenza di leggi che governano la nostra esistenza ma alle quali in genere non portiamo un’attenzione consapevole.

Ne “La scelta di essere” ho dato risposta all’urgenza di condividere la mia comprensione della legge che recita

“lasciare andare ciò che non serve e nutrirsi di ciò che serve”.

Questo è ciò che consente la vita. Lo facciamo a partire dal primo respiro e come lo facciamo caratterizza la qualità della nostra vita.

Nei venti capitoli del libro ti accompagno a scoprire gli strumenti atti ad assolvere questo compito secondo le indicazioni di Natura: descrivo come nel corpo questo processo di scambio è consentito da uno stile alimentare e di vita di tipo alcalinizzante e come sia invece il lavoro con la Voce che consente di liberare e contemporaneamente nutrire la nostra Anima.

Certo si tratta di mettere in discussione modalità e abitudini che consideriamo ovvie.

Per questo nella parte centrale del libro, affronto il tema del cambiamento: dagli schemi culturali che ci conducono ai risultati che già conosciamo alla messa in pratica dei passi utili per procedere nel “lasciare il vecchio per il nuovo”.

C’è un capitolo poi proprio dedicato al lavoro emozionale che sviluppo anche attraverso a declinazione delle scoperte più recenti della fisica quantistica che ci evidenziano quanto noi siamo “creatori della nostra realtà”.

Il viaggio si conclude con le pagine dedicate a gustose ricette e a tabelle che indicano le qualità acido-basiche degli alimenti. Non manca una ricca bibliografia indicizzata per argomenti dove troverai le mie fonti e spunti di approfondimento.

È stato per me illuminante rendermi conto della necessità di ripuntualizzare, proprio di questi tempi, i dati di Natura, quelle poche ma chiare ed inalienabili certezze con cui costruire i punti di riferimento sostanziosi a cui fare ricorso.

Ripristinare la connessione primigenia con ciò da cui proveniamo e apparteniamo, contiene in sé la stessa forza che proverebbe un bambino che va incontro al mondo con alle spalle il sostegno di “un pezzo grosso” muscoloso ed accogliente.

In modo quasi silente e lentamente nel corso del tempo, lo stile di vita che abbiamo adottato si è sviluppato lungo una linea di tendenza che ci allontana sempre di più dal contatto con noi stessi e dalle leggi che governano la Vita e quindi anche noi.
Le scoperte scientifiche e sopratutto tecnologiche ci hanno illuso di poter vivere la vita senza rispettare quelle regole che ci offre la nostra Natura, cadendo così in una trappola molto pericolosa.

Il pericolo più grande, tra i tanti, è la sfiducia crescente nei confronti di Madre Natura, e di conseguenza diretta, sfiducia nei confronti di se stessi. L’inevitabile senso di incertezza, fragilità, insicurezza che ne deriva va a permeare ogni attività umana e soprattutto nel vivere quotidiano nelle scelte che facciamo per noi stessi e nelle relazioni che viviamo.

Abbiamo bisogno di ritrovare il cammino verso noi stessi, scegliendo di essere.

Vuoi approfondire? Leggi, tra gli altri contenuti del blog, questo articolo: Alimentazione alcalina e lavoro emozionale con la voce.

Vuoi organizzare una presentazione del libro?

Contattami direttamente per organizzare una presentazione.