L’essere umano raccoglie in sé un capitale di risorse straordinarie , per lo più non espresse e comprese pienamente…

Tra le tante potentissime risorse di cui abbiamo disponibilità e di cui abbiamo scarsa consapevolezza,

      PRIMO PREMIOla Voce occupa il primo posto.

Si tende a credere che la voce sia semplicemente l’effetto conseguente al passaggio dell’aria che inaliamo tra le corde vocali.

IN REALTÀ NON SAPPIAMO ANCORA CHE COSA SIA VERAMENTE LA VOCE,

da dove si origini e che cosa interamente esprima.

Nella Voce è contenuto un mistero ancora non svelato e che riguarda la natura intima dell’essere umano.

Quello che è certo però, è che con il suono della Voce noi entriamo in contatto con tutto il vivente e parliamo di noi, del nostro sentire ed essere, anche senza le parole perché in primis è il suono che comunica e comunicare è un atto indispensabile alla vita

Ma non solo.

Perchè la Voce svolge anche un’altro compito davvero fondamentale che niente può sostituire: ci fa essere “UNO. Ci dà integrità, ci connette in tutte le nostre parti e a tutti i livelli, fa di noi un individuo unico che “VIBRA”, una vibrazione che mette il sé in contatto con tutto sè.

Si perché ogni volta che emettiamo suoni diamo conferma a noi stessi di esistere e compattiamo la percezione di chi siamo.

….quando emettiamo un suono questo si riflette su una o più pareti e ritorna a noi. In questo modo ogni suono che produciamo (linguaggio o canto) rafforza la consapevolezza della nostra esistenza, ci rassicura, ci fa sentire vivi e vitali. Ma se questi suoni che emettiamo si ritorcono contro di noi perché nascondono, mistificano, eludono e si contrappongono alla nostra verità?”

da “La scelta di essere: Strumenti per ritrovare il cammino verso noi stessi”

Ognuno nella sua unicità attraverso il suono della voce entra in relazione con le altre unicità, gli altri individui, connettendo o sconnettendo sulla base di una relazione vibrante.

Ma nemmeno questo basta per descrivere cosa la Voce sia.

LA VOCE PORTA NELLA REALTÀ CIÒ CHE È INVISIBILE AGLI OCCHI

                 paesaggio nella nebbia

                RENDE VISIBILE L’INVISIBILE  

E’ questo il suo grande segreto e il suo grande potere.

Questa è stata la grande scoperta che mi ha regalato il percorso formativo Soul Voice. Mi sentivo chiamata a conoscere questo metodo, era forte l’impulso di aprire il petto e dare spazio ai miei suoni, ma certo non immaginavo che sarei approdata ad una simile scoperta.

Si perché la voce porta con sé anche quello che non è nemmeno salito al livello della nostra coscienza ma che ci abita dentro ed ha bisogno comunque di essere espresso. A prescindere da noi.

Per questo è importante abitare la propria Voce.

Questo è quello che occorre per vivere in pienezza con se stessi e disporre della propria migliore capacità comunicativa.

Perchè possiamo imparare un bellissimo discorso, possiamo presentarci con abiti splendenti e adottare le migliori tecniche ma la voce si presenta da sola e presenta noi come siamo e come ci stiamo sentendo. A di là di noi stessi.

Una Voce disabitata è una voce che ricorda l’urgenza di essere in contatto con se stessi, esprime una frattura anche dolorosa e segnala a chi ci ascolta una distanza che consente intrusioni sfavorevoli interne ed esterne.

Come fare?

Usiamola la nostra voce, laciamola libera di esprimersi, permettiamoci di dare suono fuori dagli schemi convenzionali.

BAMBINA CHE URLA

Quindi il primo passo è fare amicizia con i propri suoni. Magari anche sotto la doccia, o in macchina in mezzo al traffico o in natura mentre ci si concede uno stacco dalla routine quotidiana.

E poi permettersi di giocare con tutti i suoni anche quelli “strani”, quelli che vengono considerati irritanti, ridicoli, infantili.

Si proprio quelli.

E anche fare le boccacce, le smorfie, le linguacce che accompagnano i suoni.

Dare voce alle parti di sé troppe volte zittite perchè giudicate sbagliate.

E’ da lì che si riparte per abitare la propria voce e quindi se stessi.

Quella è la strada da percorrere per conquistare la capacità di una comunicazione che avrà la forza dell’integrità radicata dentro al sé.

Ed è divertente, arricchente, rilassante.

Te lo assicuro

maria cristina franzoni