AUTOSTIMA

” L’autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l’autoapprovazione del proprio valore personale fondato su autopercezioni “….da wikipedia

insomma

L’AUTOSTIMA DIPENDE DA AUTO-PERCEZIONI DA CUI SI RICAVA IL RICONOSCIMENTO DEL PROPRIO VALORE  PERSONALE

E’ un processo naturale avere stima di sé, il bambino apprezza se stesso ogni volta che conquista un nuovo movimento, un nuovo spazio, una nuova abilità. Non ha paura di cadere, se succede poi si rialza e riparte e gode del potersi rialzare pur avendo anche sofferto della caduta… ha una forte autostima, lui sa di farcela!!!

E’ un istinto naturale provare autostima, è insito nella predisposizione che ognuno di noi ha di andare ad esplorare il mondo, nell’imparare e nel restituire poi al mondo le nostre comprensioni ed elaborazioni.

Vivere è un dare ed un avere continuo che si materializza nello scambio tra dentro e fuori, quindi è assolutamente normale essere parte attiva e propositiva di questo scambio, senza complessi.

La Vita vuole per noi la capacità di apprezzarci per poter continuare in questo processo di scambio e realizzazione.

Nella nostra autostima risiede il nostro attaccamento alla vita: se noi non stimiamo noi stessi, non stimiamo la vita, questa è l’equazione

perchè noi siamo emanazione della vita stessa!

Invece cosa facciamo in genere?

Consegnamo alla percezione degli altri il riconoscimento del nostro valore

ovvero

noi valiamo se gli altri ce lo riconoscono e questo ci vincola a mediazioni, rinunce, false speranze ed illusioni

Sopratutto ci allontana sempre di più dal contatto con noi stessi, ci frattura dentro e ci indebolisce

e la nostra percentuale di vitalità si abbassa clamorosamente poichè

alta autostima uguale alto apprezzamento per la vita

 

bassa autostima basso attaccamento alla vita stessa

                                                                                      

E allora è urgente

 BISOGNA  AUMENTARE IL LIVELLO DELLA PROPRIA AUTOSTIMA!

Non dobbiamo permettere che le cause di questa tendenza alla delega ci trasportino lì dove perdiamo il senso di noi e del nostro vivere.

Come per ogni problema sono necessarie più modalità per affrontare la sfida che il problema ha in sé pronto per noi e darvi soluzione

ma sostanzialmente si tratta sempre di:

liberarsi del vecchio che boicotta, delle credenze, delle illusioni, delle emozioni che  chiudono e trattengono nel passato

e

nutrirsi di ciò che fa bene, che serve, che apre il cuore

In questo articolo voglio proporti un suggerimento utile proprio per nutrire, rinforzare, consolidare la percezione positiva di sé, che si può cambiare e che si può dare una direzione più soddisfacente alla propria vita.

LA PERDITA DI AUTOSTIMA CI ALLONTANA DA NOI STESSI E CI FA PERDERE IL CONTATTO ANCHE CON LA NOSTRA STESSA CASA: IL NOSTRO CORPO

Quando siamo nella sfiducia, nella incertezza, nella paura di essere sbagliati, abitiamo solo i piani alti, siamo rifugiati tra i nostri pensieri e abbandoniamo tutto il resto di noi, in primis proprio il nostro corpo.

Ed è invece proprio dal nostro corpo che  possiamo avere le risorse per uscire da questo schema e ritrovare la strada verso una percezione di sé positiva.

Il nostro corpo è fatto per far funzionare i muscoli per sentirci vivi, abbiamo bisogno di usare i nostri muscoli: è una caratteristica di vita .

E allora proprio quando ti senti a bassa dose di autostima ti invito a ricorrere al tuo corpo e alla sua naturale necessità di essere in movimento.

Sì, il movimento!

L’ usare i muscoli, le gambe, le braccia, lo sforzo fisico, l’allenamento possono essere grandi alleati per una autopercezione positiva che generi autostima, che spezzi quella chiusura.

Occorre darsi un obbiettivo da raggiungere, o piccoli obbiettivi in sequenza, in modo da poter tenere la stima dei progressi che si fanno, di come si presenta la situazione alla partenza e via via come si trasforma nelle varie fasi.

Perché i muscoli lavorando crescono, diventano più abili e danno grandi soddisfazioni, magari rinforzando il tuo pavimento pelvico.

Quello che non riuscivi a fare prima, o che non dava grandi risultati, con il tempo ti mostrerà inevitabilmente che sei migliorato, che puoi accedere ad un livello superiore e che quello che non era accessibie poi lo diventa.

Avrai la dimostrazione concreta ed efficente che con pochi ingredienti da utilizzare: contatto con il tuo corpo, contatto con la natura, continuità

avrai tra le mani ciò che ti serve per sentirti abbastanza potente da poter trasformare anche altri aspetti della tua vita che non ti soddisfano.

Affidandoti alla tua capacità naturale di agire per tornare presso di te e abitare la tua casa.